CF 91022470271 | Consuelo Ferrucci - Tel: 3405565580 Email: consuelo.ferrucci@gmail.com | Manuel Zappaterra - Tel: 3348309779 Email: manuelzappaterra@alice.it
Il Tango Argentino… 2018-06-14T14:58:27+00:00

Project Description

Il Tango Argentino…

Un ballo, una camminata in abbraccio a ritmo di musica,un mezzo di seduzione,un mezzo di comunicazione e tanto altro ancora.
In molti hanno cercato di dare una definizione ben precisa al Tango Argentino ma forse ancora
oggi la magia di questa disciplina stà nel fatto che è qualcosa di indefinibile,di misterioso ed affascinante che appassiona migliaia di persone.
Se ci si avvicina al tango o lo si ama o lo si odia ma sicuramente non si rimane indifferenti ad esso.
E se ti “prende” non ti abbandona più,diventa parte di te stesso,ti avvinghia con le sue malinconiche melodie,ti scuote con i suoi tumultuosi e possenti ritmi, ti allieta con i suoi leggiadri Vals e ti fa’ ridere con le sue brillanti note espresse in certe milonghe, ti lascia quasi senza fiato nelle sue intense pause tra un passo e l’altro.

Nel Tango Argentino troviamo infatti tre diversi ritmi che comportano tre diversi stili di ballo rispondenti però alle stesse regole:
-il tango
-il tango-vals
-il tango-milonga.

Non ci sono coreografie precostituite ma tutto viene improvvisato a seconda della musica e dallo stato emozionale del momento.
L’improvvisazione riguarda però la sequenza dei passi,le accelerazioni,le pause,gli adornos ma tutto viene rigorosamente espressa rispettando delle regole ben precise,univoche e sempre ben identificabili.

Ma come destreggiarsi in mezzo a centinaia e centinaia di combinazioni di passi diversi più o meno complessi? La questione sembra difficile ma in realtà non lo è!

Pensiamo all’apprendimento della nostra lingua italiana: tutti noi studiamo la grammatica,impariamo le regole che ci permetteranno di scrivere senza errori,eppure pur imparando tutti le stesse regole in modo univoco come scrivevo poc’anzi, ciascuno di noi improvviserà la sua poesia in modo personale e “diverso” che mai e poi mai potrà essere replicata uguale da qualcun altro.

Ecco…il tango è cosi’,ciascuno lo interpreterà a modo suo,lo improvviserà in modo diverso e non troveremo mai due ballerini (tangueri nel nostro caso) che balleranno un tango alla stessa maniera.
Ma la domanda nasce spontanea: ma come si fa’ ad imparare centinaia,migliaia di passi?
Semplice: non si imparano,si improvvisano.

Spieghiamo bene questo concetto: da dove scaturisce questo enorme numero di combinazioni di passi possibili? E’ presto detto! In realtà si imparano pochi passi “fondamentali” e combinazioni di passi fondamentali che sono:
-camminata
-passo basico o salida basica
-passo basico cruzado o salida cruzada
-otto all’indietro o ocho atras
-otto in avanti o ocho adelante
-giro
Non serve altro per poter ballare il tango argentino in un modo stupendo con questi 6 passi o combinazioni fondamentali.
Questi rappresentano la struttura del tango e per i primi due anni saranno gli unici passi che verranno studiati.
Migliaia di possibili combinazioni scaturiscono da questi 6 passi per il semplice fatto che io potrò prendere un pezzetto di passo basico e legarlo ad un giro o legarlo ad un pezzetto di passo basico cruzado e poi ad un ocho atras ed ancora ad un giro,ad un ocho adelante e cosi’ via in un modo del tutto casuale e personale;cosi’ facendo scriveremo la nostra “poesia”,il nostro “Tango”.